Assistente domiciliare: cosa fa?

assistente-domiciliare-cosa-fa-1

La figura dell’assistente domiciliare è ormai considerata sempre più fondamentale da tantissime famiglie italiane. Sia che si tratti di un professionista specializzato nell’assistenza alle persone anziane oppure a quelle affette da disabilità, resta comunque fondamentale conoscere in dettaglio le mansioni che svolge, così da individuare la soluzione perfetta per le proprie esigenze familiari.

In particolare nell’ambito del servizio offerto da Famiglia Riunita, è in ogni caso importante ricordare che tutti gli assistenti domiciliari proposti sono professionisti altamente specializzati, opportunamente formati e aggiornati con costanza, col fine ultimo di riconoscere e soddisfare le necessità specifiche dei loro assistiti.

Entrando nel merito di cosa faccia specificamente l’assistente domiciliare, la premessa da fare è che non esiste una rigida e immutabile struttura di servizio, quanto piuttosto una serie di mansioni e compiti calibrati e modulabili a seconda della persona.

Di solito, comunque, le attività di base dell’assistente domiciliare includono:

  • Il supporto all’assistito per un’alzata dal letto in piena sicurezza
  • Un aiuto attivo nelle pratiche di igiene personale
  • Una corretta e adeguata vestizione, con abiti ordinati e puliti
  • Assistenza, aiuto e preparazione dei pasti
  • Il supporto alla deambulazione, prestando particolare attenzione agli aspetti della sicurezza e della postura

Altri compiti tipici dell’assistente domiciliare riguardano la compagnia all’assistito, intesa come creazione di una comunicazione virtuosa che contribuisca al benessere psicologico ed emotivo della persona seguita, la mobilitazione al fine di favorire le uscite all’esterno e, di conseguenza, l’interazione con le altre persone, l’assistenza notturna laddove necessaria e il soddisfacimento di esigenze specifiche legate, ad esempio, alle particolari condizioni di salute della persona.

In linea generale, va tenuto presente che l’assistente domiciliare di un anziano non potrà prendersi carico di svolgere attività mediche o prettamente sanitarie, comprese quelle riferibili a figure professionali specifiche come i fisioterapisti o gli infermieri. Ciò non significa tuttavia che il professionista non si accerterà che l’assistito abbia assunto regolarmente eventuali farmaci, né che non fornirà aiuto nell’ambito di piccole medicazioni su prescrizione medica.

Al contempo, sarà essenziale soprattutto nel caso di anziani allettati che l’assistente domiciliare si prenda carico di prevenire la formazione di piaghe da decubito attraverso la corretta movimentazione e l’adeguato grado di igiene dell’assistito, e che lo accompagni a visite e controlli medici qualora questi si rivelino necessari.

L’aspetto psicologico è inoltre incredibilmente importante nell’erogazione del servizio, e per questa ragione l’assistente domiciliare ha il compito di incoraggiare la socialità dell’assistito, supportandolo nella creazione e nel mantenimento di rapporti sociali, parentali e amicali anche al di fuori del contesto delle mura di casa.

Altre tipologie di assistente domiciliare: i compiti

Non esistono solamente assistenti domiciliari specializzati nel supporto agli anziani, ma anche professionisti adeguatamente formati per fornire aiuto e assistenza in situazioni particolari, come ad esempio nel caso di malati terminali e oncologici – nel qual caso, oltre all’aspetto sanitario, è essenziale soddisfare anche quello socioassistenziale.

Inoltre, Famiglia Riunita offre operatori specializzati per assistenza 24 ore su 24 e nel sostegno emotivo ad anziani e malati, e assistenza professionale per persone affette disabilità direttamente a domicilio oppure presso le strutture sanitarie. Anche in quest’ultimo caso, il servizio – qualificato e specializzato – potrà essere erogato 24 ore su 24.

Ti invitiamo a entrare in contatto con i nostri esperti per definire insieme quale soluzione possa essere più adatta alle tue esigenze.

Articoli correlati