Cure gratis a domicilio? L‘infermiere di famiglia DAS: ecco la normativa in Lombardia

Infermiere-di-famiglia-DAS-gratis

Infermiere di famiglia DAS: chi sono?

L’infermiere di famiglia DAS è una nuova figura che si sta affermando anche in Italia, soprattutto nelle regioni settentrionali come la Lombardia.

L’infermiere di famiglia è una figura riconosciuta dell’OMS, e si configura come uno specialista in terapie sociosanitarie e in terapie riabilitative.

L’infermiere di famiglia si occupa della prevenzione di patologie e del benessere dell’intero nucleo familiare in un ambito che va al di fuori di quello ospedaliero tradizionale.

Questo professionista si rileva molto utile per le persone anziane, in quanto è un professionista in grado d’offrire prestazioni tra le quali ci sono: terapie riabilitative, incentivazione verso esami preventivi, aiuto ai soggetti deboli e che hanno specifiche patologie.

La figura non è abilitata al rilascio di ricette mediche impegnative, ma serve ad affiancare il paziente durante il suo percorso di prevenzione oppure di recupero, stabilito con il medico curante.

L’infermiere di famiglia DAS non offre i propri servizi all’interno di strutture di tipo scolastico e riabilitativo. In Italia, la legge che ha regolamentato questa figura è la n. 43 del primo febbraio del 2006.

Come funziona in Lombardia il servizio infermieri di famiglia?

Il servizio d’infermieri di famiglia DAS è presente in Italia più o meno dal 2014, nonostante ciò sono ancora poche le regioni che rendono disponibile la figura alle persone che ne hanno bisogno.

Tra le regioni che al momento contemplano la richiesta di un infermiere di famiglia troviamo la Lombardia, la prima in assoluto ad aprire in modo pratico le porte a questa nuova professione.

Per riuscire a ottenere un infermiere di famiglia per le terapie riabilitative o per la prevenzione, è necessario rivolgersi alla propria città o regione, oppure direttamente al proprio medico curante o al pediatra, nel caso l’infermiere richiesto sia per i bambini.

Dopo essersi rivolti al medico, sarà lui a individuare gli interventi specifici che servono alla famiglia, e poi compilerà e invierà al Distretto Sanitario tutta la documentazione necessaria per l’invio dell’infermiere DAS alla famiglia.

Seguendo questo iter, si garantisce la mutuabilità completa delle prestazioni, come avviene per altri servizi d’assistenza farmaceutica, quale consegna dei farmaci a domicilio oppure allo stesso modo dell’assistenza protesica come l’assegnazione di: sedie a rotelle, pannoloni, stampelle ecc…

L’infermiere di famiglia è un servizio mutuabile principalmente per le persone anziane, i disabili, i bambini con specifici problemi di salute o disabilità, che hanno bisogno d’assistenza sanitaria a domicilio e devono eseguire delle terapie per la riabilitazione.

Hai bisogno di un’infermiera 24/24 o vuoi avere maggiori informazioni sulla figura dell’infermiere di famiglia? Contattaci!

Normativa infermieri di famiglia in Lombardia

La Lombardia è stata la prima regione a introdurre la figura dell’infermiere di famiglia e dare la possibilità di farne richiesta quando se ne ha bisogno.

Questa figura non si è ancora molto diffusa però anche in Lombardia, perché al momento sono state fatte più che altro delle sperimentazioni che erano tese a introdurre questa figura man mano in tutte le province del capoluogo lombardo.

Sicuramente la normativa per gli infermieri di famiglia in Lombardia sta prendendo sempre più piede e forma grazie anche al nuovo DDL dedicato a questa figura.

IL DDL prevede un potenziamento della figura e l’assunzione di un maggior numero di infermieri formati per effettuare assistenza domiciliare in tutto il paese.

L’obbiettivo è il pieno riconoscimento di questa figura, in modo tale da alleggerire anche il lavoro delle strutture ospedaliere.

Inoltre, il nuovo DDL sta permettendo alle Regioni come la Lombardia, di riorganizzare l’assistenza territoriale, migliorando la mobilità del personale e l’attribuzione delle competenze di questa figura.

Vuoi avere maggiori informazioni su come richiedere il sostegno dell’infermiere di famiglia? Contattaci, e risponderemo a tutte le tue domande!

Articoli correlati