Come diventare infermiere? Ecco i consigli su come formarsi al meglio

Stipendio-minimo-di-una-badante-1024x682

Tra corsi online per stranieri e università infermieristica, come diventare infermiere?

In questa breve guida ti verrà spiegato come diventare infermiere. Nello specifico, ti forniremo alcune indicazioni utili sul percorso formativo, considerando sia i corsi online per stranieri che le università infermieristiche. Parleremo inoltre dei possibili sbocchi nel mondo del lavoro, sia all’interno delle strutture pubbliche che in termini di assistenza domiciliare. A questo proposito, la prima cosa che dovresti sapere è la seguente: la figura dell’infermiere è riconosciuta in Italia dal Decreto ministeriale 739/1994.

L’infermiere è un professionista autonomo e competente nel campo sanitario, che si occupa appunto di assistenza infermieristica. Quest’ultima si suddivide in tre “sezioni”: tecnica, educativa e relazionale. Già da questo si capisce che chi vuole diventare un infermiere ha davvero un bel po’ di lavoro da fare. Tuttavia, si tratta di una professione nobile sotto ogni punto di vista. Pertanto, vale di certo la pena di fare un po’ di fatica! Vediamo cosa dovresti sapere a riguardo.

Il percorso formativo dell’infermiere

Innanzitutto, se vuoi sapere come diventare infermiere, non devi dimenticare che è necessario conseguire una laurea triennale. A seconda della specializzazione desiderata, si può scegliere tra infermieristica oppure infermieristica pediatrica, affidandosi ovviamente ad una valida facoltà di Medicina abilitante all’esercizio. Tali corsi sono ad accesso programmato e a numero chiuso, parametri stabiliti annualmente dal MIUR con un apposito decreto. Per accedervi, gli aspiranti studenti dovranno quindi superare un test di ingresso.

Una seconda alternativa consiste nello sfruttare i corsi universitari online (in facoltà verranno sostenuti solamente gli esami). Questa valida alternativa risulta consona per chi desidera diventare un infermiere e soprattutto per chi ha bisogno di una maggiore flessibilità in termini di orari. In poche parole, questa soluzione è ottima per coloro che già lavorano, ma non vogliono rinunciare alla loro vocazione.

A seconda dell’istituto scelto, le scuole mettono a disposizione delle piattaforme di e-learning dove accedere alle video-lezioni e ai relativi materiali formativi. Inoltre, da non sottovalutare è la possibilità di avere un tutor a cui fare riferimento persino per testare i progressi di studio. I corsi online sono validi anche per gli stranieri.

Come diventare infermiere? L’albo e la formazione post-laurea

Dopo aver conseguito il titolo di studio necessario, l’infermiere deve iscriversi all’albo, presentando domanda in carta da bollo all’Ordine degli infermieri del proprio territorio di residenza. Per ottenere informazioni più dettagliate e consigli personalizzati per chi vuole diventare infermiere, è opportuno rivolgersi all’Ordine provinciale di appartenenza. Chiaramente, in base alle proprie personali aspirazioni, a questo punto sarà il momento di agire per iniziare a lavorare, o comunque di decidere cosa fare esattamente in futuro.

Per accedere a sbocchi occupazionali più interessanti anche a livello economico, l’infermiere ha la possibilità di proseguire gli studi frequentando dei master, in grado di fornire competenze più specifiche in aree ben precise. Si può quindi decidere di diventare infermiere di sanità pubblica, geriatrico, operante in area critica, di sala operatoria ed altri ancora. Ora che sai come diventare infermiere, ti suggeriamo di conoscere anche le opportunità lavorative proposte da Famiglia Riunita. Potrebbero rivelarsi l’occasione che stavi cercando da tempo!

Articoli correlati