Contratto badante convivente: ecco la guida ed un esempio su come farlo

contratto-badante-esempio
Contratto badanti conviventi

I tipi di contratto per badante convivente

  • Contratto badanti part-time per persone autosufficienti livello BS: questo prevede un impegno massimo di 30 ore alla settimana, che possono essere suddivise in 5 ore lavorative al giorno, dal lunedì al sabato, oppure in 6 ore al giorno dal lunedì al venerdì. Il contratto prevede dunque minimo un giorno di riposo, la retribuzione verrà poi calcolata in base al Contratto nazionale collettivo.
  • Contratto badanti per persone autosufficienti livello BS full time: questo prevede un impegno di 54 ore settimanali con una paga fissa mensile. Le ore possono essere suddivise in 10 al giorno dal lunedì al venerdì e 4 ore il sabato o la domenica. L’importante è che la badante abbia un giorno e mezzo di riposo, più due ore al giorno libere durante la settimana.
  • Contratto d’assistenza per soggetti non autosufficienti livello CS full time: in questo caso la paga mensile fissa aumenta rispetto al livello BS, ma prevede sempre 54 ore di lavoro da ripartire in 10 ore dal lunedì al venerdì e 4 ore lavorative il sabato o la domenica.
  • Contratto d’assistenza per badanti con formazione professionaleper persone non autosufficienti di livello DS: infine, questo è il contratto che costa di più sia in termini di contributi che di paga mensile. Come per gli altri contratti full time, anche in questo caso le ore sono in totale 54 a settimana, e la professionista deve avere un giorno e mezzo di riposo e 2 ore di riposo al giorno.

Contratto badanti - Badante convivente - Contratto badante conviventeAdempimenti e chiusura del contratto

Il contratto per badanti prevede al suo interno tutti gli adempimenti che il datore di lavoro e il dipendente devono rispettare. Per legge il datore di lavoro sin dal giorno dell’assunzione alla fine del mese deve dare al dipendente la busta paga dettagliata comunicando permessi e ferie.

La busta paga dev’essere consegnata al lavoratore e quest’ultimo la deve restituire firmata. Il lavoratore dal canto suo deve rispettare gli orari e le mansioni previste dal contratto.

Infine, sulla lettera di licenziamento bisogna segnalare anche quando o come avviene la cessazione del contratto tra il lavoratore e il datore di lavoro.

Vuoi avere maggiori informazioni su come fare un contratto da badante? Hai bisogno del nostro aiuto? Contattaci!

Contratto badanti - Badante convivente - Contratto badante convivente

Articoli correlati