Cosa sapere sul Bonus badanti 2021

money-2724241_1920

Bonus badanti 2021: facciamo chiarezza! Scopri tutto quello che dovresti sapere in merito al Bonus badanti 2021, a chi spetta e quali sono i requisiti necessari all’elaborazione della richiesta.

Per prima cosa è bene specificare che oltre agli aiuti previsti per le famiglie che assumono una badante, visto il periodo di emergenza da COVID-19, è stato ulteriormente introdotto un sussidio per coloro che hanno perso totalmente o in parte il loro lavoro di assistente domiciliare.

Qui di seguito, pertanto, illustreremo entrambe le agevolazioni fiscali e gli aiuti finanziari ai quali le due categorie possono accedere.

Benefici fiscali per chi assume una badante

Il fisco italiano concede agevolazioni fiscali a quelle famiglie che, per mancata autosufficienza di individui facenti parte del nucleo famigliare, si trovano dinnanzi alla necessità di assumere un’assistente domiciliare.

Si tratta nello specifico di una detrazione fruibile nella dichiarazione dei redditi, pertanto con modello 730 o Unico, che consente di detrarre il 19% delle spese sostenute per badanti e addetti all’assistenza personale. Il limite di spesa massimo a cui applicare la detrazione è pari a 2.100 € a contribuente se il reddito complessivo non supera i 40.000 € annuali. Si tratta quindi di una detrazione massima pari a 399 € per ogni anno d’imposta.

Tale agevolazione è applicabile quando la badante si occupa di soggetti non autosufficienti, pertanto che hanno gravi difficoltà, se non addirittura impossibilitati, nell’assunzione autonoma degli alimenti, nell’espletamento di funzioni fisiologiche e dell’igiene personale, deambulazione. Tale stato di non autosufficienza, inoltre, deve risultare certificato da un medico e connesso alla presenza di patologie specifiche o dell’età avanzata della persona assistita.

Bonus badanti 2021

Molte regioni sono intervenute attivamente per andare a supportare con indennizzi specifici alcune categorie di lavoratori che a causa della pandemia di COVID-19 si sono trovati a perdere totalmente o parzialmente il loro lavoro.

Tra le varie categorie a cui si rivolgono questi aiuti troviamo per l’appunto badanti, colf e assistenti domiciliari. Ogni regione ha stabilito diversi limiti di spesa e modalità di accesso al servizio, ma si tratta di un aiuto che va da un minimo di 600 € a un massimo di 1000 €.

Il bonus è diretto a badanti con iscrizione di rapporti lavorativi attivi nella Gestione dei Lavoratori Domestici INPS per un monte ore settimanale minimo di 10 ore ridotto a causa della pandemia. Tale richiesta deve essere caricata dallo sportello online dedicato indicato da ogni singola regione.

Suggeriamo per questi motivi di visitare i siti delle singole regioni per individuare date di scadenza per la presentazione delle richieste e requisiti necessari per l’adesione.

Articoli correlati