Ginnastica dolce per anziani: come migliorare la salute in terza età

ginnastica-dolce-anziani

Scopriamo insieme i consigli da seguire per inserire la ginnastica dolce per anziani nella vita di una persona della terza età.

Invecchiare è una tappa obbligata nella vita di ciascuno di noi, e farlo al meglio può sicuramente essere utile per vivere questi ultimi anni nella maniera più serena possibile.

Anche se il corpo non funziona più come una volta e possono essere presenti diverse limitazioni che impediscono la piena libertà nei movimenti di tutti i giorni, la ginnastica per anziani può correre in aiuto e far sì che molti di questi limiti vengano finalmente abbattuti. Ovviamente questi esercizi di ginnastica dolce per anziani devono svolgersi in maniera graduale e devono essere improntati e personalizzati sulla salute dell’individuo che si dedica a tale attività.

Proprio per queste ragioni, molti anziani hanno bisogno di una badante o di una persona che si occupi di fornire loro assistenza non solo per quanto riguarda lo svolgimento delle mansioni quotidiane e personali, ma anche per mettere in atto tali esercizi.

Scopriamo insieme alcuni suggerimenti che riguardano la ginnastica per anziani.

Ginnastica dolce per anziani: consigli per far tornare il sorriso e il buon umore

Svolgere ginnastica dolce per anziani ha i suoi benefici non solo per quanto riguarda il punto di vista fisico, ma anche per quello psicologico in quanto, come tutti sappiamo, praticare attività fisica comporta il rilascio di endorfine, sostanze in grado di provocare il buon umore.

Il primo consiglio consiste nel scegliere una persona o una badante che possa dedicare del tempo allo svolgimento della ginnastica per anziani, in quanto così l’individuo si sente più sicuro e si godrà questa sessione terapeutica più spensieratamente. Successivamente è bene ricorrere al consulto di un fisioterapista, che in base alle condizioni di salute e alle proprietà fisiche dell’ anziano sarà in grado di consigliare quali esercizi praticare e quali evitare sulla base delle informazioni relative al singolo soggetto, in quanto in questi casi ogni individuo è a sé e bisogna improntare questo allenamento individualmente.

Se non ci sono particolari difficoltà relative alle proprie condizioni fisiche, è possibile accedere a dei corsi di ginnastica per anziani, dove verranno organizzate varie sedute durante le quali un maestro seguirà queste persone e fornirà loro le basi per svolgere degli esercizi non troppo impegnativi, ma volti a garantire la funzionalità fisica.

Quali sono gli esercizi fisici adatti alla ginnastica per anziani?

Ricordiamo ancora una volta che gli esercizi di ginnastica dolce per anziani hanno come scopo quello di migliorare la vita di queste persone, che spesso vivono con una badante oppure in case di riposo, e quindi necessitano di una distrazione per continuare a vivere la loro vita nella maniera più indicata.

Il ruolo di una badante è fondamentale poiché sarà grazie al suo contributo che gli anziani potranno svolgere questi semplici esercizi ogni giorno, mettendo in atto un percorso in cui obiettivo verrà raggiunto grazie alla collaborazione di più soggetti.

Le passeggiate

Una delle attività più consigliate consiste nel camminare per brevi distanze tutti i giorni facendosi accompagnare dalla propria badante o da una persona di fiducia, in maniera tale che questo allenamento possa essere praticato in maniera costante e possa apportare benefici soprattutto per quanto riguarda la pressione sanguigna, che nella terza età tende a salire, e a far migliorare il livello di ossigenazione nel sangue.

Le passeggiate sono molto utili proprio perché non solo consentono di allontanare dalle proprie vite lo stile di vita sedentario, che oltre a favorire l’insorgenza di patologie piuttosto gravi come il diabete e l’ipertensione potrebbe comportare l’avvento dell’ obesità, ma permette all’anziano di dedicare la propria attenzione al mondo circostante, facendo sì che esso possa ammirare le meraviglie della natura e al tempo stesso relazionarsi coi suoi coetanei nel caso avesse conoscenze sul territorio.

Ovviamente non bisogna esagerare soprattutto le prime volte, in quanto qualora il corpo venisse esposto a sforzi eccessivi l’allenamento risulterebbe controproducente.

Esercizi di yoga

Altrettanto raccomandati sono gli esercizi di yoga, ovvero esercizi di ginnastica dolce che prevedono l’esecuzione di movimenti lenti e controllati che fanno acquisire più consapevolezza verso il proprio corpo, e al tempo stesso riescono ad essere efficienti senza però esporre l’anziano al rischio di cadute.

Come abbiamo detto nel paragrafo precedente, gli esercizi di ginnastica per anziani possono essere svolti in compagnia della badante nella propria casa ma anche tramite corsi pubblici, che solitamente vengono tenuti da un’insegnante qualificato che si occuperà di verificare che l’anziano li svolga nella maniera più adeguata.

I benefici

Tutto questo ha dei risvolti positivi anche a livello psicologico, in quanto un anziano si sente utile a se stesso e agli altri e le sue motivazioni personali possono aumentare qualora si raggiungessero i risultati prefissati in partenza. Molti anziani che si dedicano a questo tipo di allenamento riescono a ritrovare il buonumore, a rilassarsi e soprattutto riescono a riacquisire l’autostima persa negli anni. Anche se la ginnastica dolce per anziani è molto blanda in quanto non espone la persona a sforzi eccessivi, è sempre meglio consultare il proprio medico per capire fin dove ci si può spingere.

Allo stesso tempo è fondamentale ricordarsi che gli esercizi non vanno mai svolti di punto in bianco, ma bisogna prima dedicarsi a qualche minuto di riscaldamento che può avvenire col sostegno e il supporto della badante, che aiuterà l’anziano laddove esso dimostrerà delle difficoltà, e sarà utile per spronarlo e incentivarlo a fare sempre meglio.

Conclusioni

Possiamo concludere il nostro articolo asserendo quindi che è la ginnastica per anziani è un metodo piuttosto valido per trascorrere la propria giornata e per far sì che il fisico e la mente riescano a trovare beneficio e sentirsi sempre giovani. Tutto ciò però, non può avvenire senza la presenza di una persona che si offre di assistere e supportare l’anziano in ogni fase del percorso, in quanto grazie a lei grazie sarà più facile gestire ogni imprevisto con professionalità e cortesia.

Tutto questo è possibile grazie alla figura della badante, una persona dotata di comprovate competenze che si mette a disposizione dell’ anziano per agevolare la sua vita durante la fase dell’invecchiamento, e facendo di tutto affinché esso riesca a mantenere l’autonomia e le abilità residue per quanto riguarda lo svolgimento della vita quotidiana. Questa persona inoltre, fa di tutto affinché l’anziano riesca a mantenere le proprie doti relazionali e possa trascorrere dei piacevoli momenti, condividendo i ricordi del passato e le speranze verso il futuro.

Articoli correlati